Nel 1839 nasceva Charles Sanders Peirce, considerato uno dei più geniali filosofi americani.

Nel 1839 nasceva Charles Sanders Peirce, tra i più geniali filosofi americani

 

Vi sono tre cose che non possiamo mai sperare di raggiungere con il ragionamento: la certezza assoluta, l’esattezza assoluta, l’universalità assoluta.

Charles Sanders Peirce

Nel 1839 nasceva Charles Sanders Peirce, considerato uno dei più geniali filosofi americani.

Padre del pragmatismo e uno dei fondatori della logica moderna, a lui James, Royce, Schroder e Dewey hanno riconosciuto un grande debito. Scienziato di laboratorio, ha apportato notevoli contributi alla geodesia, all’astronomia, alla psicologia, all’induzione, alla probabilità e al metodo scientifico. Introdusse nella filosofia moderna la dottrina del realismo scolastico, sviluppò i concetti di caso, continuità e legge oggettiva e mostrò il significato filosofico della teoria dei segni e della logica matematica.

Charles Sanders Peirce nasce a Cambridge, nel Massachusetts nel 1839. Suo padre è un eminente matematico e professore alla Harvard University. Charles riceve quindi una solida formazione in scienze sperimentali, matematica, logica e filosofia. Quando si laurea ad Harvard nel 1859, va a lavorare per il Geodetic Survey, dove rimane impiegato per 30 anni. Scrive numerosi articoli scientifici per l’indagine, alcuni dei quali vengono ripubblicati nel 1878 nel suo unico libro, “Photometric Researches”, opera che gli vale il riconoscimento internazionale tra gli astrofisici. Pubblica anche alcuni importanti articoli sulla logica relazionale, la filosofia della scienza e il pragmatismo. Per cinque anni (1878-1884) è docente di logica presso la Johns Hopkins University di Baltimora e lavora a intermittenza come docente speciale di Filosofia della Scienza ad Harvard (1864-1865, 1866-1867, 1903-1905). Tuttavia, non ottiene mai una posizione di ruolo come professore universitario, nonostante le sue numerose domande presentate dal 1868 al 1895.

Nel 1887, all’età di 48 anni, si ritira a Milford, in Pennsylvania, dove vive in povertà, scrivendo recensioni di opere scientifiche e filosofiche e collaborando al Dizionario di filosofia e psicologia di Baldwin (1901-1902). Dal 1903 al 1911, mantiene una regolare corrispondenza con Lady Welby che diviene significativa nello sviluppo della sua teoria semiotica. Muore nel 1914, nell’oscurità, mentre lavora ancora sulla sua teoria della logica, senza editore e solo pochi discepoli occasionali, sconosciuti al grande pubblico. Dopo la sua morte, i suoi numerosi manoscritti vengono venduti all’Università di Harvard da sua moglie. Alcuni di loro sono pubblicati su Collected Papers e Elements of Mathematics. L’edizione critica definitiva degli scritti di Peirce è in corso. Comprenderà circa 30 volumi, di cui i primi sei sono stati pubblicati (1982-1999).

0 comments on “Nel 1839 nasceva Charles Sanders Peirce, tra i più geniali filosofi americaniAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.