Da più di mezzo secolo un Signore del Tempo ci intrattiene nella celebre serie fantascientifica “Doctor Who”

Da più di mezzo secolo un Signore del Tempo ci intrattiene nella celebre serie fantascientifica “Doctor Who”

 

Da più di mezzo secolo un Signore del Tempo ci intrattiene nella celebre serie fantascientifica “Doctor Who”

“Doctor Who” è in realtà uno show televisivo. È andato in onda sulla BBC (British Broadcasting Corporation), nel Regno Unito, dal novembre 1963 (anche se non ininterrottamente). Poiché racconta di viaggi nel tempo, “Doctor Who” è generalmente considerata una serie di fantascienza. Tuttavia, le storie individuali spaziano dall’azione-avventura all’horror gotico alla commedia oscura.

Il protagonista dello show/fiction è un alieno, un viaggiatore del tempo alieno noto come Dottore (“Doctor Who” è molto raramente usato come nome del personaggio – in genere solo nei titoli di coda o nei giochi di parole, generalmente si presenta con “sono il dottore!” al che viene risposto “Dottore chi?”). Il Dottore è membro di una razza di esseri chiamati “Time Lords”, proveniente dal pianeta Gallifrey. La maggior parte dei Signori del Tempo obbediscono a una rigorosa politica di non interferenza negli eventi dell’universo, ma il Dottore è un rinnegato, intervenuto volontariamente nella storia per combattere il male e aiutare gli oppressi. I Signori del Tempo usano un tipo di macchina del tempo chiamata “Tardis” (sta per “Time And Relative Dimension In Space”, Tempo e dimensione relativa nello spazio in italiano).

Il Dottore si fa strada attraverso tutto lo spazio e il tempo grazie al Tardis che rubò, pardon, “prese in prestito” durante la sua fuga dal suo pianeta natale, queste astronavi / macchine del tempo normalmente prenderebbero la forma di elementi propri dei luoghi in cui si “parcheggiano” ma il Tardis del Dottore ha perennemente la forma di una cabina del telefono della polizia britannica (una cabina blu usata negli anni sessanta), apparentemente bloccata per un malfunzionamento. Il Tardis è dimensionalmente trascendentale, il che è un modo elegante per dire che il Tardis è più grande all’interno di quanto non appaia all’esterno, ed è il più grande veicolo conosciuto dall’uomo (o dall’alieno). L’interno, che comprende una sala di controllo principale e una pletora di altre stanze e corridoi, esiste in una sua dimensione propria. L’esterno del Tardis, invece, è generalmente piuttosto piccolo. In virtù della sua capacità camaleontica, si suppone che l’esterno si trasformi in un modo che si fonderà perfettamente con l’ambiente circostante – apparendo, ad esempio, come una colonna corinzia all’atterraggio nell’antica Grecia. Tuttavia, durante un viaggio in Inghilterra del 1963, il circuito camaleontico del Tardis del Dottore si è rotto e non è mai stato riparato con successo. Di conseguenza, il Tardis del “Doctor Who” è ora permanentemente bloccato nella forma di cabina blu della polizia britannica.
L’astronave dona ai suoi occupanti anche la capacità di comprendere e comunicare in qualunque linguaggio dell’universo, in forma scritta o parlata, questo permette al Dottore e ai suoi compagni di viaggio, che di serie in serie si avvicendano a bordo dell’astronave, di risolvere misteri, sventare complotti ed invasioni aliene, scoprire le meraviglie della storia, esplorare pianeti e società aliene, portare speranza. Il Dottore ha “adottato” la terra e i suoi abitanti e li protegge dai pericoli alieni. Il nome con cui si presenta un signore del tempo è in realtà la sua missione, la sua vocazione più profonda, Il Dottore quindi deve curare, aggiustare le persone e le situazioni. Una delle caratteristiche principali della sua razza è che quando il loro corpo muore possono “rigenerarsi” in uno nuovo, per un massimo di 12 vite un “Signore del Tempo” potrà assumere la forma di un anziano, un bambino, una donna o un uomo dalle caratteristiche più diverse, fisiche e di personalità, ma mai mutando il suo nucleo, l’Io più profondo, nel suo caso l’essere “il Dottore”. In questo modo la serie ha raggiunto una tale longevità, cambiando di volta in volta l’attore principale ma mantenendo intatta la popolarità della serie.

Info: www.shannonsullivan.com

 

0 comments on “Da più di mezzo secolo un Signore del Tempo ci intrattiene nella celebre serie fantascientifica “Doctor Who”Add yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.