Ricorre oggi l’anniversario di nascita di uno dei più originali ed influenti intellettuali della fine del '900: il filosofo della scienza Paul K. Feyerabend

L’anniversario di nascita di uno dei più originali ed influenti intellettuali della fine del ‘900: il filosofo della scienza Paul K. Feyerabend

Condividi
Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on TwitterPin on Pinterest
 

Gli scienziati lavorano meglio se sono al di fuori di ogni autorità, compresa l’autorità della ragione.

Paul K. Feyerabend

L’anniversario di nascita di uno dei più originali ed influenti intellettuali della fine del ‘900: il filosofo della scienza Paul K. Feyerabend

Paul Karl Feyerabend (13 gennaio 1924 – 11 febbraio 1994) è considerato uno dei più grandi filosofi della scienza del XX° secolo e il suo libro “Against Method” è un bestseller internazionale.

Feyerabend nasce a Vienna e presta servizio durante la Seconda Guerra Mondiale come ufficiale dell’esercito tedesco, vincendo la Croce di ferro per il coraggio.  Studia storia, fisica e astronomia all’Università di Vienna, dove consegue il dottorato di ricerca nel 1951. Feyerabend diventa poi un ammiratore e un protetto del filosofo Karl Popper della London School of Economics, di cui in seguito tenta di confutare il razionalismo scientifico. Oltre ai suoi incarichi di insegnamento come professore di filosofia all’Università della California, Berkeley, in cui lavora per tre decenni (1958-1989) e a Zurigo, insegna all’Università di Bristol in Inghilterra, all’Institute of Fine Arts and Science di Vienna, alla Yale University e alla Free University di Berlino. A causa di tali incarichi di insegnamento vive varie volte in Inghilterra, negli Stati Uniti, in Nuova Zelanda, in Italia, in Germania e infine in Svizzera.

Paul Feyerabend afferma che la razionalità della scienza non esiste davvero e che lo status speciale e il prestigio degli scienziati si basa sulle loro stesse affermazioni circa la verità oggettiva. A tal fine, diviene un prolifico autore di articoli e libri. Le sue opere principali e più conosciute sono quindi “Against Method” (1975), che viene tradotto in 19 lingue, “Science in a Free Society” (1978) e “Farewell to Reason” (una raccolta di articoli pubblicati nel 1987), una raccolta di saggi.

Feyerabend è stato uno degli sfidanti più radicali rispetto all’idea da lungo tempo accettata che la scienza sia razionale e progressista. Se ci sono stati progressi nella scienza, insiste, è perché gli scienziati infrangono ogni principio nel libro delle regole dei razionalisti e adottano il principio che “tutto va bene”. Le teorie individuali non sono coerenti tra loro, sosteneva il dott. Feyerabend, e poiché non esiste un unico “metodo scientifico”. Il successo scientifico deriva non solo da argomentazioni razionali, ma anche da un miscuglio di sotterfugi, retorica, congetture, politica e propaganda. Feyerabend è divenuto famoso per la sua presunta visione anarchica della scienza e il suo rifiuto dell’esistenza di regole metodologiche universali. Ed è rimasto una figura influente nella filosofia della scienza e anche nella sociologia della conoscenza scientifica.

In cover: Paul K. Feyerabend.
L’immagine è stata adattata, l’originale si trova qui: platofootnote.files.wordpress.com

Condividi
Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on TwitterPin on Pinterest

0 comments on “L’anniversario di nascita di uno dei più originali ed influenti intellettuali della fine del ‘900: il filosofo della scienza Paul K. FeyerabendAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *