Oggi nasceva l’icona di stile che segnò la moda del’900, geniale innovatrice e modello di eleganza: Coco Chanel

Oggi nasceva l’icona di stile che segnò la moda del’900, geniale innovatrice e modello di eleganza: Coco Chanel

Condividi
Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on TwitterPin on Pinterest
 

La semplicità è la nota fondamentale
di ogni vera eleganza.

Coco Chanel

Oggi nasceva l’icona di stile che segnò la moda del’900, geniale innovatrice e modello di eleganza: Coco Chanel

Gabrielle Bonheur Chanel, meglio conosciuta come Coco Chanel, nasce il 19 agosto del 1883. Coco nasce in una casa nella Valle della Loira in cui lavorava sua madre non sposata. La madre muore quando lei ha appena dodici anni e, abbandonata dal padre, la giovane Chanel viene inviata all’orfanotrofio del monastero cattolico di Aubazine, dove impara il mestiere di sarta. Trascorrono le vacanze scolastiche con i parenti nella capitale della provincia di Moulins, dove Gabrielle impara a cucire con più eleganza di quanto le monache del monastero avrebbero potuto insegnarle. Quando compie 18 anni lascia l’orfanotrofio e inizia a lavorare per un sarto locale.
È durante una breve esperienza come cantante nei caffè e nelle sale da concerto che Gabrielle adotta il nome Coco, un soprannome dato da soldati locali che l’avevano sentita.

La Prima Guerra Mondiale porta Chanel a trasferirsi nella località turistica di Deauvile, in quanto amante di un ricco ex ufficiale militare e erede tessile chiamato Etienne Balsan. È qui che inizia a progettare e creare cappelli come diversivo, cosa che poi si trasforma in un’impresa commerciale. Inizia poi una relazione con un ricco industriale inglese chiamato Arthur ‘Boy’ Capel che era amico di Balsan. Questi la sistema in un appartamento parigino e finanzia i suoi primi negozi. La relazione dura nove anni, anche dopo che il matrimonio dello stesso (1918). Attraverso il patrocinio e le connessioni che questi uomini le forniscono, Coco riesce ad aprire un proprio negozio di modisteria a Parigi nel 1910 e presto anche una boutique sia a Deauville che a Biarritz. Nel 1919, l’evento più devastante della sua vita avviene quando Capel rimane ucciso in un incidente d’auto. Nonostante ciò durante gli anni ’20, Coco Chanel diviene la prima stilista a dare vita a maglie da donna larghe, tradizionalmente utilizzate per l’intimo maschile, creando uno stile rilassato per quelle donne che ignoravano il rigido aspetto del corsetto del tempo. Negli anni ’20, Maison Chanel viene fondata al 31, Rue Cambon a Parigi che rimane il suo quartier generale fino ad oggi. Nel 1922, Coco lancia la fragranza Chanel No. 5, che ancor oggi popolare. Due anni dopo, Pierre Wertheimer diviene il suo socio in affari (assumendo il 70% delle attività nel settore delle fragranze) e, a quanto si dice, il suo amante. I Wertheimer continuano a controllare la società di profumi oggi.
Nel 1925, Chanel lancia la sua giacca cardigan originale, e l’anno seguente completa il suo successo con il suo tubino nero. Entrambi gli articoli continuano ad essere una parte fondamentale di ogni collezione Chanel.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, Chanel fa l’infermiera, anche se la sua popolarità nel dopoguerra viene notevolmente sminuita dalla sua relazione con un ufficiale nazista così si trasferisce in Svizzera per sfuggire alle polemiche. Tuttavia, termina questo esilio autoimposto nel 1954, quando torna a Parigi e assume il New Look apertamente femminile di Christian Dior. Amplia lo stile della firma con l’introduzione di giacche da pisello e pantaloni a zampa d’elefante per le donne. La sua nuova collezione, studiata dalla stampa in Europa, riscuote successo negli Stati Uniti. Sebbene malata all’inizio degli anni ’70, Coco continua a dirigere la sua compagnia. Nel gennaio 1971 inizia a preparare il catalogo di primavera per la sua azienda. Muore il 10 gennaio 1971, all’Hotel Ritz di Parigi, dove aveva vissuto per più di tre decenni.

Il designer Karl Lagerfeld prese le redini di Chanel nel 1983 e riportò la società al successo. Diresse Chanel fino alla sua morte, il 19 febbraio 2019, come direttore creativo della compagnia. Chanel valeva 15 miliardi di dollari quando la sua creatrice morì. E anche se la carriera di Coco ebbe alti e bassi, la sua eredità nel settore della moda è assicurata.

Oltre ai profumi e al tubino nero, Chanel ha aiutato a diffondere bigiotteria, pantaloni, giacche di tweed e capelli corti per le donne, tutti considerati “moda no-no” prima che Chanel entrasse in scena. La società ha anche creato oggetti iconici come giacche di bouclé nero, ballerine bicolori e una serie di borse trapuntate.

In cover: Gabrielle Bonheur Chanel. L’immagine è stata adattata, la foto originale è qui 

Condividi
Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on TwitterPin on Pinterest

0 comments on “Oggi nasceva l’icona di stile che segnò la moda del’900, geniale innovatrice e modello di eleganza: Coco ChanelAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *