Lyndon B. Johnson (presidente U.S.A.) firma una legge che impone etichette di avvertenze sui pacchetti di sigarette

Il 27 luglio del 1965 Lyndon B. Johnson (presidente U.S.A.) firma una legge che impone etichette di avvertenze sui pacchetti di sigarette

 

Il 27 luglio del 1965 Lyndon B. Johnson (presidente U.S.A.) firma una legge che impone etichette di avvertenze sui pacchetti di sigarette

Come si legge dall’almanacco del “Sunday Morning” del 27 luglio 1965, il presidente Lyndon B. Johnson firma un disegno di legge che impone ai produttori di sigarette di stampare etichette di avvertimento su tutti i pacchetti di sigarette. In altre parole, il presidente Lyndon Johnson firma una legge che richiede l’apposizione di etichette sui pacchetti di sigarette che riportino avvertenze sulla salute a proposito degli effetti del fumo. Riferisce Charles Osgood, che tali avvertimenti arrivarono un anno e mezzo dopo che il chirurgo generale Luther Terry aveva annunciato i risultati di uno studio rivoluzionario e innovativo.

“È opinione del comitato che il fumo di sigaretta contribuisca sostanzialmente alla mortalità per alcune malattie specifiche e al tasso di mortalità complessivo”.

Le etichette di avvertimento furono un colpo di avvertimento per un’industria che per anni si era radicata nell’economia americana e nella cultura popolare. Le scene del fumo erano oramai diventate routine nei film, come gli spot pubblicitari di sigarette – con i loro personaggi fantasiosi e jingle accattivanti – sono stati un punto fermo della televisione per anni. Ma all’inizio del 1971, gli spot televisivi sulle sigarette furono banditi. Nel 1990, era vietato fumare su tutti gli aerei di linea commerciali negli Stati Uniti. E nel 1998, l’industria del tabacco aveva raggiunto un accordo di $ 206 miliardi con 46 stati a titolo di risarcimento per il denaro che Medicaid aveva speso per curare le malattie legate al fumo.

Oggi

Oggi, il fumo è vietato in un numero crescente di luoghi pubblici in tutti gli Stati Uniti e non solo, mentre le etichette di avvertimento sono diventate graficamente più minacciose. Tuttavia, nonostante tutti i divieti e gli avvertimenti, il CDC stima che poco più di 42 milioni di adulti americani – quasi uno su cinque – continuino a fumare. Il CDC incolpa anche il fumo per 480.000 morti all’anno, circa una morte ogni cinque, almeno negli Stati Uniti. E nel resto del mondo?

 

 

L’immagine in cover è stata adattata, l’originale utilizzata si trova qui: www.cbsnews.com

0 comments on “Il 27 luglio del 1965 Lyndon B. Johnson (presidente U.S.A.) firma una legge che impone etichette di avvertenze sui pacchetti di sigaretteAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.