Nel 1787 nasceva Louis Daguerre, artista, chimico e fisico francese meglio noto come l’inventore della fotografia

Nel 1787 nasceva Louis Daguerre, artista, chimico e fisico francese meglio noto come l’inventore della fotografia

Condividi
Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on TwitterPin on Pinterest
 

Ho trovato un modo per sistemare le foto nella camera oscura!
Ho colto la luce di passaggio e l’ho incatenata!
Ho costretto il sole a dipingermi foto…

Louis Daguerre

Nel 1787 nasceva Louis Daguerre, artista, chimico e fisico francese meglio noto come l’inventore della fotografia

Louis-Jacques-Mandé Daguerre (1787-1851) fu artista, pittore, fotografo e sviluppatore francese del teatro di “diorama”. È noto per lo sviluppo del dagherrotipo, che è considerato uno dei primi metodi fotografici di successo. Louis Daguerre nasce il 18 novembre 1787 a Cormeilles-en-Parisis, Val-d’Oise, in Francia. Apprende le sue conoscenze attraverso l’apprendistato in architettura, progettazione teatrale e pittura panoramica. Ispirato alla camera oscura, ricerca un modo per preservare l’immagine che crea. Sente parlare di Nicéphore Niépce che aveva anche sperimentato la fotografia e con cui collabora nel 1829 con l’idea di migliorare il processo fotografico. Niépce aveva inventato l’eliografo che utilizzava una lastra ricoperta di bitume di Giudea che si induriva quando esposto alla luce. Le parti morbide erano facili da rimuovere ma la piastra doveva essere esposta per ore o giorni e l’intero processo non era troppo pratico. Quando Niépce muore nel 1833, Daguerre continua con gli esperimenti e sposta la sua attenzione dal bitume ai sali d’argento che sono anche sensibili alla luce. Usa un sottile foglio di rame argentato e lo espone al vapore emesso dai cristalli di iodio cui aveva dato uno strato di ioduro d’argento sensibile alla luce sulla superficie. Questo processo, che viene da lui chiamato “dagherrotipo” all’inizio richiede anche lunghi periodi di esposizione per mostrare un’immagine. Successivamente Daguerre scopre che un’immagine invisibilmente sbiadita (chiamata “immagine latente”), che è il risultato di un’esposizione molto più breve, può essere sviluppata chimicamente in un’immagine visibile se è esposta a vapori emessi da mercurio riscaldato a 75 ° C. L’immagine viene fissata successivamente lavando la piastra in una soluzione satura calda di sale comune. Con ulteriori esperimenti, Daguerre poi scopre che una soluzione delicata di tiosolfato di sodio funziona meglio ed è molto meno velenosa. L’immagine risultante è speculare e le parti scure di un’immagine hanno una superficie riflettente e devono essere trattenute in modo da riflettere il colore scuro. Erano spesso rivestite in vetro per prevenire l’appannamento che appariva se un dagherrotipo veniva esposto all’aria per troppo tempo. A prima vista doveva trattarsi di 10 minuti o più, ma in pochi anni Daguerre riesce ad accorciarlo a pochi secondi usando diversi prodotti chimici e “lenti veloci”.

 Daguerre diviene famoso grazie alla sua invenzione nel 1839 anche se all’inizio non da spiegazioni su come funzioni il suo processo. Lo ha presentato all’Accademia delle Scienze (Francia) il 7 gennaio. Il segretario dell’Accademia, François Arago, riceve spiegazioni complete sui principi, ma solo sotto stretto controllo. Il governo francese ottiene i diritti per il dagherrotipo in cambio di pensioni a vita per Daguerre e il figlio Isidore di Niépce. Il 19 agosto 1839, il governo francese concede i diritti per il dagherrotipo “libero al mondo” insieme a istruzioni di lavoro complete. Nel 1939, la National Academy of Design dà a Louis Daguerre il titolo di accademico onorario. Oltre alla fotografia, Daguerre lavora sui diorami inventati insieme a Charles Marie Bouton. Si trattava di scene che quando illuminate da davanti mostravano una scena e quando illuminate da dietro ne mostravano un’altra; ad esempio, i treni si muoverebbero e quindi un incidente o una scena mostrerebbero il paesaggio prima e dopo il terremoto. Il primo teatro di diorama apre l’11 luglio 1822 e mostrò due diorami: uno di Daguerre e l’altro di Bouton che col tempo divengono standard. Questi diorami non erano giocattoli ma grandi scene; alcune di esse erano larghe 20 metri e alte 14 metri e vennero osservate da un pubblico di circa 350 persone. Alla fine Bouton si ritira e lascia il teatro di diorama a Daguerre. Louis Daguerre muore il 10 luglio 1851 a Bry-sur-Marne per insufficienza cardiaca.

In cover: Louis Daguerre . L’immagine è stata adattata, l’originale si trova qui: wikimedia.org

Condividi
Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on TwitterPin on Pinterest

0 comments on “Nel 1787 nasceva Louis Daguerre, artista, chimico e fisico francese meglio noto come l’inventore della fotografiaAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *