Una Stoccolma inedita: paure inaccettabili e accessi negati nel noir svedese di grande successo Modus.

Una Stoccolma inedita nel noir svedese di grande successo Modus.

Condividi
Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on TwitterPin on Pinterest
 

Una Stoccolma inedita: paure inaccettabili e accessi negati nel noir svedese di grande successo Modus.

MODUS è stata la serie TV scandinava di maggior successo sulla TV4 svedese in 25 anni con un pubblico di 1,2 milioni. Adattamento televisivo della serie Vik / Stubo di Anne Holt, ex ministro della giustizia norvegese. Il lavoro di Holt è coerente con l’atmosfera prevalente sepolcrale tipica di un certo nord Europa. Come ha osservato lo scrittore poliziesco britannico Val McDermid, “Anne Holt è l’ultima scrittrice di reati a rivelare quanto sia buio in Scandinavia.”

La prima stagione

La prima serie “Pengemannen” (Paura) si apre con una serie di eventi apparentemente non correlati. La figlia di Inger Johanne Vik, Stina, che soffre di una disabilità di apprendimento non identificata, è testimone di un omicidio. Successivamente, alla vigilia di Natale, un vescovo norvegese viene trovata uccisa a Bergen, mentre un giovane prostituto richiedente asilo viene trovato morto nel porto di Stoccolma. Il personaggio centrale, Johanne, che non è nella polizia ma uno psicologo criminale che collabora con essa, è costretta a interessarsi al caso in quanto la figlia è indirettamente coinvolta. Nel frattempo, la psicologa, ricercando i crimini di odio, trova indicazioni che le uccisioni possono essere collegate e, a meno che qualcosa non sia fatto, è convinta che gli omicidi sono solo l’inizio.

Locandina Modus - seconda stagione
Locandina Modus – seconda stagione

La seconda stagione

La seconda stagione di Modus, dal titolo “Presidentes valg” (La porta chiusa) è un adattamento in otto parti degli sceneggiatori danesi (vincitori di Emmy) Mai Brostrøm e Peter Thorsboe di “Madam President”, il romanzo dell’autore del crimine norvegese più venduto (ed ex ministro della giustizia) Anne Holt. In questa avvincente stagione, l’intuitiva profiler svedese Inger Johanne Vik e il compassato investigatore capo Ingvar Nymann, hanno poco tempo per godersi la loro vita insieme, quando sono immediatamente immersi in un’altra inchiesta di vita o di morte. Sono costretti ad andare in corsa contr il tempo quando la prima donna presidente americana, Helen Tyler, viene rapita durante una visita di stato in Svezia. Mentre le autorità statunitensi e svedesi lottano per salvare il presidente e indulgere in un aspro gioco di biasimo, Inger è costretta a lavorare a malincuore con il suo ex mentore, il regista machiavellico dell’FBI Warren Schifford.

Buona visione in attesa della terza stagione!

Condividi
Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on TwitterPin on Pinterest

0 comments on “Una Stoccolma inedita nel noir svedese di grande successo Modus.Add yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *