Ricordiamo la NASCITA del celebre Politico, Patriota e Imprenditore Italiano: Camillo Benso, conte di Cavour

Ricordiamo la NASCITA del celebre Politico, Patriota e Imprenditore Italiano: Camillo Benso, conte di Cavour

 
Io non so concepire maggior sventura per un popolo colto che vedere riunita in una sola mano, in mano de’ suoi governanti, il potere civile e il potere religioso. Camillo Benso, conte di Cavour

Ricordiamo la NASCITA del celebre Politico, Patriota e Imprenditore Italiano: Camillo Benso, conte di Cavour

Camillo Paolo Filippo Giulio Benso, conte di Cavour, di Cellarengo e di Isolabella, meglio noto e ricordato come Camillo Benso, conte di Cavour (1810-1861), è stato uno statista italiano, premier (1852-1859, 1860-1861) del Regno di Sardegna. Forza attiva dietro il re Vittorio Emanuele II, è considerato responsabile più di ogni altro uomo per l’unificazione dell’Italia sotto la casa dei Savoia (vedi Risorgimento). Secondogenito di aristocratica famiglia piemontese, entra presto nell’esercito ma viene sospettato per le sue idee liberali e costretto a dimettersi nel 1831. Si dedica quindi ai viaggi, alla sperimentazione agricola e allo studio della politica. Nel 1847 fonda il quotidiano liberale, Il Risorgimento, attraverso il quale premette con successo il re Carlo Alberto di Sardegna per concedere una costituzione al suo popolo e fare guerra all’Austria nel 1848-1849. Membro del parlamento per un breve periodo nel 1848 e di nuovo nel luglio dell’anno successivo, diviene ministro dell’agricoltura e del commercio (1850), ministro delle finanze (1851) e premier (1852). Come premier, mira a rendere il regno di Sardegna il principale stato italiano introducendo progressive riforme interne. Dopo aver riorganizzato l’amministrazione, il sistema finanziario e giuridico, l’industria e l’esercito, vince per il prestigio della Sardegna e un posto tra i poteri attraverso la partecipazione alla guerra di Crimea (1855). Consapevole dei fallimenti della rivoluzione del 1848-1849, Cavour probabilmente non crede che la creazione di un’Italia unificata possa realizzarsi durante la sua vita; così fino almeno al 1859 si sforza piuttosto di ottenere un regno italiano ampliato sotto la casa di Savoia. Per raggiungere questo obiettivo corteggia il sostegno straniero contro il dominio austriaco. Nel 1858, con un accordo raggiunto a Plombières, vince il sostegno dell’imperatore Napoleone III di Francia per una guerra contro l’Austria, promettendo in cambio di cedere Savoia e forse Nizza alla Francia. L’Austria è costretta a dichiarare guerra (1859) e costretta a cedere la Lombardia. Ma Cavour rassegna le dimissioni quando la Francia si rifiuta di continuare a combattere e firma l’armistizio separato di Villafranca di Verona con l’Austria. Cavour torna in carica nel 1860. In quell’anno Toscana, Parma, Modena e la Romagna votano per l’annessione alla Sardegna e Giuseppe Garibaldi invade le Due Sicilie. Cavour, approfittando delle circostanze favorevoli per l’unificazione italiana, invia truppe sarde nello Stato Pontificio, che, ad eccezione del Lazio e di Roma, vengono presto annesse alla Sardegna. Con il suo statismo superiore Cavour convince Garibaldi a rinunciare alla sua autorità nel sud ed evita l’intervento straniero a favore dei sovrani espropriati e del papa, i cui interessi professa di salvaguardare. L’annessione (1860) del regno delle Due Sicilie viene completata con l’abdicazione (1861) di Francesco II. Le fatiche di Cavour sono finalmente incoronate due mesi prima della sua morte, quando il regno d’Italia viene proclamato sotto Vittorio Emanuele II.

In cover: Camillo Benso, conte di Cavour. L’immagine è stata adattata, l’originale si trova qui: www.trentaminuti.it

0 comments on “Ricordiamo la NASCITA del celebre Politico, Patriota e Imprenditore Italiano: Camillo Benso, conte di CavourAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.