L’esploratore, navigatore e cartografo italiano Amerigo Vespucci parte per il suo primo viaggio nel Nuovo Mondo

L’esploratore, navigatore e cartografo italiano Amerigo Vespucci parte per il suo primo viaggio nel Nuovo Mondo

 

L’esploratore, navigatore e cartografo italiano Amerigo Vespucci parte per il suo primo viaggio nel Nuovo Mondo

Nel 1492, l’anno in cui Cristoforo Colombo arrivò in quelle che da allora in poi sarebbero state chiamate Indie Occidentali, il mercante fiorentino Amerigo Vespucci (9 marzo 1454 – 22 febbraio 1512) si era stabilito a Siviglia per affari legati a quelli dei suoi mecenati, i Medici. Sebbene non avesse studi universitari al suo attivo, era ben istruito in geografia e astronomia. Sempre più coinvolto nelle attività del suo superiore, Gianotto Berardi, investitore e appaltatore delle spedizioni di Colombo, Vespucci avrebbe presto intrapreso lui stesso il salto nell’esplorazione. Nel 1497 sarebbe diventato il primo europeo a mettere piede sulla terraferma del futuro Sud America, cinque anni dopo Cristoforo Colombo, che comunque fino ad allora aveva visitato solo isole. Vespucci sarà la prima persona a dimostrare che il Brasile e le Indie occidentali non rappresentano la periferia orientale dell’Asia come inizialmente ipotizzato dai viaggi di Colombo.

È infatti il primo a rendersi conto che questa massa continentale completamente separata non è una parte dell’Asia, piuttosto costituisce un “Nuovo Mondo” fino ad allora sconosciuto agli europei. Questo secondo super continente verrà chiamato “America”, derivando il suo nome da “Americus”, la versione latina del suo primo nome. Così l’America deve il suo nome all’esploratore e avventuriero italiano Amerigo Vespucci. Ma Vespucci non era solo un esploratore, ma soprattutto un uomo d’affari:

“Vespucci era un rappresentante di grandi interessi economici di famiglie importanti come i Medici di Firenze, ma era anche in contatto con la corte spagnola di Siviglia e con il regno francese “.

La scoperta dell’America è stata essa stessa un’attività imprenditoriale, sostiene Bardazzi, e Firenze “era la New York di quel tempo, la capitale finanziaria del mondo”.

L’immagine in cover è stata adattata, l’originale utilizzata si trova qui: www.iitaly.org

0 comments on “L’esploratore, navigatore e cartografo italiano Amerigo Vespucci parte per il suo primo viaggio nel Nuovo MondoAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.