Due parole sulla Giornata della Liberazione nonché Anniversario della Resistenza

Due parole sulla Giornata della Liberazione nonché Anniversario della Resistenza

 

Due parole sulla Giornata della Liberazione nonché Anniversario della Resistenza

L’Italia celebra la Festa della Liberazione il 25 aprile, noto in italiano come “Il Giorno della Liberazione” o “La Festa della Resistenza” (Celebrazione della Resistenza). La data è un giorno festivo in Italia dal 1946 e segna la fine della guerra civile italiana e la fine dell’occupazione nazista. È anche vero che, non tutta l’Italia fu liberata il 25 aprile 1945. Ecco, quindi, la versione breve di ciò che accadde.

La prima rivolta avvenne a Bologna, liberata il 23 aprile, seguita da Genova il 23. Il 25 divenne una data così importante perché fu il giorno della liberazione delle città industriali del nord, Milano e Torino. Le forze americane arrivarono il 1 Maggio e le forze occupanti tedesche si arresero ufficialmente il giorno successivo. Il movimento partigiano di resistenza italiano era in corso dall’inizio della guerra.

La Giornata della Liberazione, nota anche come Anniversario della Resistenza, celebra quindi non solo la liberazione dell’Italia dal nazifascismo grazie alle truppe alleate, ma anche l’opera di coloro che hanno resistito per abbattere il regime oppressivo. La Festa della Liberazione riconosce i sacrifici di coloro che furono perseguitati dai fascisti italiani e/o dagli occupanti nazisti. Questi includono prigionieri politici, come Antonio Gramsci, condannato a vent’anni di reclusione a causa delle sue opinioni comuniste. Comprende 335 cittadini romani – giovani e meno giovani, alcuni partigiani e alcuni strappati dalla strada – che furono giustiziati nelle Fosse Ardeatine come punizione per un attacco partigiano che uccise 33 ufficiali nazisti. Inoltre, la comunità ebraica italiana vide migliaia di loro familiari inviati nei campi di concentramento durante il periodo dell’occupazione nazista.

La Liberazione segnò una svolta importante nella storia d’Italia, in quanto portò a un referendum il 2 giugno che rappresentò la fine della monarchia e la creazione della Repubblica Italiana.

0 comments on “Due parole sulla Giornata della Liberazione nonché Anniversario della ResistenzaAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.