Aforisma di Henri Bergson

L’originale filosofia di Bergson

 

L’occhio vede solo ciò
che la mente è preparata a comprendere.

Henri Bergson

Henri-Louis Bergson, filosofo francese, nacque a Parigi il 18 ottobre 1859.
La sua opera superò le tradizioni ottocentesche dello Spiritualismo e del Positivismo ed ebbe una forte influenza nei campi della psicologia, della biologia, dell’arte, della letteratura e della teologia.

La filosofia di Henri Bergson incise profondamente nella cultura del ‘900: elementi del suo pensiero li ritroviamo nella filosofia di Michel Serres, Emmanuel Levinas, Gilles Deleuze, nella storiografia di Fernand Braudel, nella letteratura di Marcel Proust, nella epistemologia di Jacques Monod.

Quasi misconosciuto agli inizi della sua carriera accademica, Bergson divenne alla fine così popolare da essere quasi identificato con il filosofo ufficiale del pensiero francese. Egli fu uno dei pochi filosofi, insieme a Bertrand Russel, Jean-Paul Sartre e Elias Canetti, a ricevere il premio Nobel (1927) per la letteratura, sia «per le sue ricche e feconde idee» sia «per la brillante abilità con cui ha saputo presentarle».

Bergson viene indicato come appartenente alla corrente filosofica dello spiritualismo, che si opponeva al positivismo imperante all’inizio del XIX secolo, ma la sua filosofia è così originale che sarebbe più giusto definirla “bergsonismo” proprio per evidenziare l’impossibilità di assimilarla alle tradizionali dottrine filosofiche.

Fonte: WikipediaWikipedia 

0 comments on “L’originale filosofia di BergsonAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.