Il 18 gennaio 1925 nasceva UNO dei Più Importanti FILOSOFI FRANCESI della seconda metà del XX secolo: Gilles Deleuze

Il 18 gennaio 1925 nasceva UNO dei Più Importanti FILOSOFI FRANCESI della seconda metà del XX secolo: Gilles Deleuze

 
La filosofia serve a rattristare: una filosofia che non rattristi, che non riesca a contrariare nessuno, che non sia in grado di arrecare alcun danno alla stupidità e di smascherare lo scandalo, non è filosofia. Gilles Deleuze

Il 18 gennaio 1925 nasceva UNO dei più Importanti FILOSOFI FRANCESI della seconda metà del XX secolo: Gilles Deleuze

Gilles Louis René Deleuze, noto scrittore francese e filosofo antirazionalista, nasce il 18 gennaio 1925, in quella che rimarrà la sua residenza per tutta la vita, il XVII arrondissement di Parigi. Suo padre è un ingegnere che offre il suo servizio durante la Prima Guerra Mondiale. Suo fratello viene coinvolto nella resistenza durante l’occupazione tedesca della Francia, catturato e ucciso sul treno per Auschwitz. Prima della guerra, Gilles frequenta la scuola pubblica. Quando scoppia la guerra, Gilles si trova in vacanza in Normandia e, dopo l’invasione tedesca della Francia, la decisione vuole che Giles rimanga in Normandia e continui i suoi studi lì. Vive in Normandia per un anno, dove sperimenta il primo impatto positivo sul suo apprendimento accademico, per merito del suo insegnante che lo incoraggia a studiare le opere di Gide e Baudelaire. Gilles torna a Parigi e si iscrive al liceo Carnot. In seguito, studia presso il prestigioso Henri IV, dove compie il suo “Khâgne”, un anno di istruzione intensiva preparatoria in Scienze Umane. Nel 1944 frequenta la Sorbona dove studia filosofia. Inizia la sua carriera nel 1948 e diventa insegnante di Filosofia in varie scuole di Parigi. Nel 1953 scrive e pubblica il suo primo libro, “Empirismo e soggettività, su David Hume”. Nel 1957 assume l’incarico di docente di Storia della filosofia alla Sorbona. Lascia la Sorbona nel 1960 e, dopo aver ricevuto la nomina di ricercatore presso il Centre National de Recherche Scientifique, mantiene questo lavoro per i successivi quattro anni. Nel frattempo, Gilles Deleuze svolge anche diversi lavori di assistente di insegnamento in varie università. Nel 1962 pubblica il suo influente libro “Nietzsche and Philosophy “. Durante questo periodo, inizia quella che diverrà l’amicizia di una vita con Michel Foucault, allorquando questi aveva fatto una petizione per far nominare Gilles per una posizione all’Università di Clermont-Ferrand. Nel 1964, Gilles accetta un posto di insegnante all’Università di Lione e nel 1969, con l’assistenza di Foucault, riuscendo ad assicurarsi un posto come professore di Filosofia al Vincennes. Nel 1968, Deleuze pubblica la sua tesi di Dottorato, consistente in una tesi principale, “Différence et répétition” (Difference and Repetition), dove esplora la natura del pensiero, dell’identità e del tempo, e una tesi minore, “Spinoza et le problems de l’expression” (Espressionismo in filosofia: Spinoza). Nello stesso anno, Gilles contrae un’infezione che gli provoca una malattia polmonare che infliggerà il suo corpo per il resto della sua vita. Nel 1969, Gilles si assicura un posto di insegnante presso l’Università Sperimentale di Parigi VII dove insegna fino al suo pensionamento nel 1987. Incontra il suo futuro socio e collaboratore letterario, Félix Guattari, alla Paris VII. Insieme scrivono e pubblicano numerosi testi letterari influenti come i due volumi di “Capitalism and Schizophrenia”, “Anti-Edipus” e “A Thousand Plateau”. Questi testi forniscono una riflessione sulle tensioni politiche che circondavano la Francia durante il maggio 1968. Deleuze si esprime attivamente su varie questioni politiche nel corso della sua vita e si interessa particolarmente ai diritti degli omosessuali e al movimento di liberazione palestinese. Gilles è anche un membro del Groupe d’information sur les prisons, un’organizzazione fondata da Foucault. Alla morte di Foucault nel 1984, Gilles scrive e dedica un libro allo studio del suo lavoro per rendere omaggio ai contributi del suo amico. Il libro ‘Foucault’ viene pubblicato nel 1986. Gilles Deleuze offre numerosi contributi letterari, alcuni dei quali sono realizzati per onorare il lavoro di altri professionisti, mentre altri sono basati su filosofi come Hume, Kant, Spinoza, Nietzsche, Bergson e Foucault. Alcune delle sue pubblicazioni più importanti includono, “The Movement-Image”, “The Time-Image”, “Francis Bacon: logique de la feeling” (painting), “Proust and Signs”, “Coldness and Cruelty” e “Kafka: Towards a Minor Literature” tra gli altri. Scrive anche testi su autori famosi come F. Scott Fitzgerald, Herman Melville, Samuel Beckett, Antonin Artaud, Heinrich von Kleist e Fyodor Dostoyevsky, opere che forniscono resoconti di incontri filosofici con produzioni artistiche. L’ultimo lavoro di Gilles, “Immanence: A life …” viene pubblicato pochi mesi prima della sua morte e consiste in una raccolta di saggi chiamati “Essays Critical and Clinical”. Nonostante tutto, la malattia polmonare di Gilles Deleuze era divenuta talmente insopportabile (lo rendeva persino incapace di scrivere), che il 4 Novembre 1995 decide di porre conclusione alla sua sofferenza e alla sua stessa vita.

In cover: Gilles Deleuze. L’immagine è stata adattata, l’originale si trova qui: images.gr-assets.com

0 comments on “Il 18 gennaio 1925 nasceva UNO dei Più Importanti FILOSOFI FRANCESI della seconda metà del XX secolo: Gilles DeleuzeAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.