Oscar Fingal O’Flahertie Wills Wilde nasce a Dublino il 16 ottobre 1854

Il grande drammaturgo irlandese Oscar Wilde

 

Il grande drammaturgo irlandese ritenuto il massimo rappresentante dell’Estetismo nell’Inghilterra vittoriana: Oscar Wilde

Oscar Fingal O’Flahertie Wills Wilde nasce a Dublino il 16 ottobre 1854 secondogenito di tre figli da una buona famiglia protestante. Il padre William è un medico affermatissimo, l’oculista ufficiale della Regina Vittoria, nonché prolifico autore di opere scientifiche. La madre, Jane Francesca Elgée, è una poetessa amante dell’Italia e un’accesa nazionalista. Dopo aver compiuto lodevoli studi classici al Trinity College e il Magdalen College di Dublino, frequenta l’Università di Oxford subendo l’influenza delle idee estetiche di Pater e Ruskin, che affinarono il suo gusto artistico introducendolo alle più avanzate teorie estetiche.
Dal 1879 i suoi vari soggiorni londinesi lo vedono un dandy di indiscussa eleganza e dai modi brillanti di conversare tanto da renderlo una delle figure più salienti degli affascinanti circoli londinesi dell’epoca. Alla pubblicazione del primo volume di poesie, segue un fortunato ciclo di conferenze negli Stati Uniti. Al suo ritorno in Inghilterra nel 1881 si stabilisce a Londra e conosce Constance Lloyd, una facoltosa irlandese, che sposa tre anni dopo e dal cui matrimonio nascono Cyril e Vyvyan. Durante i suoi continui soggiorni a Parigi Oscar diventa scrittore e drammaturgo, ed entra in contatto con i maggiori artisti francesi, Stéphane Mallarmé, Emile Zola e André Gide. Nonostante tutto, all’insorgere della prima vera relazione omosessuale di Oscar, il matrimonio con Constance vacilla. Wilde è difatti omosessuale e vive questa condizione con enorme disagio, soprattutto a causa della soffocante morale vittoriana che imperava nell’Inghilterra del tempo. Già dal 1893 la sua amicizia con Lord Alfred Douglas, detto Bosie, mostra la sua pericolosità procurandogli numerosi problemi e suscitando scandalo agli occhi della buona società. Tuttavia, i due uomini iniziano una relazione aperta che lascia loro la possibilità di frequentare altri uomini e frequentando il mondo della prostituzione giovanile. All’apice della carriera, nel 1895 subisce un processo e viene condannato a due anni di lavori forzati, da cui esce psicologicamente provato e economicamente rovinato. Gli ultimi anni della sua vita li trascorre a Parigi sotto falso nome, morendovi nel 1900. Tra le sue opere più note: il suo unico romanzo Il ritratto di Dorian Gray (1891), la commedia L’importanza di chiamarsi Ernesto (1895), il dramma Salomé, rappresentato a Parigi nel 1896. Nonostante i suoi siano i più conosciuti e i più celebri aforismi, Oscar Wilde non ha mai scritto un libro di aforismi.

Per approfondimenti: www.poetryfoundation.org

0 comments on “Il grande drammaturgo irlandese Oscar WildeAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.