Il 24 aprile 1503 Michelangelo si impegna a scolpire per il Duomo di Firenze 12 Apostoli

Il 24 aprile 1503 Michelangelo si impegna a scolpire per il Duomo di Firenze 12 Apostoli

Il 24 aprile del 1503 l’Arte della Lana di Firenze commissiona a Michelangelo la realizzazione di 12 statue raffiguranti ciascuna uno degli apostoli destinate ad abbellir…
 

Il 24 aprile 1503 Michelangelo si impegna a scolpire per il Duomo di Firenze 12 Apostoli

Il 24 aprile del 1503 l’Arte della Lana di Firenze commissiona a Michelangelo la realizzazione di 12 statue raffiguranti ciascuna uno degli apostoli destinate ad abbellire ulteriormente gli interni della cattedrale di Santa Maria del Fiore. E così il grande artista si impegna a scolpire per il Duomo di Firenze 12 Apostoli, ciascuno di braccia quattro e un quarto (cm 248,2), in ragione di almeno una statua compiuta all’anno. Tuttavia, alla fin fine Michelangelo produsse solo un San Matteo appena sbozzato. Quest’opera attualmente è custodita dentro le quattro mura della Galleria dell’Accademia, a Firenze, precisamente nella galleria che conduce alla tribuna del David assieme ad altre sue opere.

Considerato uno dei più grandi artisti di tutti i tempi e un artista di spicco durante il Rinascimento italiano. Michelangelo fu pittore, scultore, architetto e poeta. Considerato l’originale ‘Uomo del Rinascimento’, la carriera di Michelangelo era parallela ed era spesso paragonata a quella del suo rivale Leonardo da Vinci. Nato nella Repubblica di Firenze, Michelangelo iniziò la sua carriera come apprendista dell’artista fiorentino Domenico Ghirlandaio. Due dei suoi grandi pezzi scultorei furono completati prima che avesse 30 anni: la Pietà, ora a San Pietro e la sua statua del David per la città di Firenze.

Michelangelo è anche celebrato per i suoi dipinti nella Cappella Sistina all’interno del Vaticano. Il soffitto raffigura scene della Genesi dipinte prima in quattro anni, poi, in competizione, “Il Giudizio Universale” sulla parete di fondo. L’opera architettonica di Michelangelo deriva principalmente dalla sua carriera successiva. Raggiunse il suo apice quando fu nominato architetto della Basilica di San Pietro a Roma nel 1546. Basandosi sul lavoro di precedenti architetti per la chiesa, come Bramante e Bernini, Michelangelo fu responsabile della realizzazione del suo layout, inclusa la sua imponente cupola, la più alta nel mondo.

L’immagine in cover è stata modificata, l’originale utilizzata si trova qui: www.michelangelobuonarrotietornato.com 

0 comments on “Il 24 aprile 1503 Michelangelo si impegna a scolpire per il Duomo di Firenze 12 ApostoliAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.