Il matematico inglese Thomas Harriot è la Prima Persona a Disegnare una Mappa della Luna guardando attraverso un telescopio

Il matematico inglese Thomas Harriot è la Prima Persona a Disegnare una Mappa della Luna guardando attraverso un telescopio

 

Il matematico inglese Thomas Harriot è la Prima Persona a Disegnare una Mappa della Luna guardando attraverso un telescopio

Quattro secoli fa, nel 1609, la capacità del genere umano di percepire il mondo naturale cambiò radicalmente. E, in particolare, la notte del 26 luglio 1609, l’astronomo e matematico inglese Thomas Harriot guardò la Luna di cinque giorni con il suo “Dutch truncke”, o telescopio, appena acquistato, e lasciò uno schizzo datato di ciò che vide: il più antico disegno conosciuto di un corpo telescopico, realizzato quasi quattro mesi prima del primo disegno di Galileo.

Galileo aveva pubblicato la sua osservazione celeste, Sidereal Messanger, a Venezia il 13 marzo 1610 e, quello stesso giorno, una copia era stata acquistata e inviata a Londra dall’ambasciatore britannico, Sir Henry Wotton. Il libro fu passato a Thomas Harriot, che rimase colpito da una delle illustrazioni di Galileo, mostrante un grande cratere appena sotto il centro della luna quando è nella sua prima fase. Quando guardò ancora una volta la luna, osservò questa caratteristica sorprendente che gli era sfuggita un anno prima, e il risultato fu lo schizzo che fece il 17 luglio 1610. La morale, se c’è, è che vediamo ciò che ci aspettiamo di vedere. Harriot non era però uomo da suonare la propria tromba e non ha mai pubblicato nessuna delle sue importanti osservazioni telescopiche della luna, delle macchie solari o dei pianeti. Questi rimasero sconosciuti fino al 1784, quando furono trovati in conti stabili, e non furono pubblicati fino al 1833. È una delle ironie della storia che Harriot possa aver fatto disegnare la luna a qualcuno mentre la vedeva attraverso il suo telescopio. Era stato in viaggi di esplorazione e sapeva per esperienza diretta quanto possano essere importanti i disegni. Sir Walter Raleigh, che progettò di stabilire una colonia nel Nuovo Mondo, e nel 1585 inviò 109 aspiranti coloni a Roanoke Island (ora North Carolina), lo incaricò di effettuare un’indagine sugli animali e dei prodotti naturali, raccogliere informazioni sulla vita e i costumi degli indigeni e creare mappe della zona. Fu raggiunto da John White, un artista gentiluomo, e insieme viaggiarono su e giù per la costa, documentando ciò che trovarono. A ciò che Harriot aveva scritto, White era stato in grado di dare vita a una serie di acquerelli davvero spettacolari, molti dei quali sopravvivono al British Museum. Il pittore aveva un occhio attento e lavorava in fretta per annotare ciò che non gli era familiare. Quindi ci si chiede cosa sarebbe potuto succedere se fosse stato in grado di registrare le caratteristiche della luna che Galileo aveva notato. È un vero peccato che White non fosse accanto ad Harriot quando, per la prima volta nella storia umana, alzò il suo telescopio al cielo. Nonostante, i successivi disegni di Galileo furono più influenti, alcuni storici ora mettono in dubbio la visione tradizionale che Harriot fosse inferiore. Quello di Galileo ha rivelato la topografia montuosa della Luna, ma quello di Harriot aveva probabilmente il diverso scopo cartografico di tracciare con precisione le caratteristiche lunari.

L’immagine in cover è stata adattata, l’originale utilizzata si trova qui: static.nationalgeographic.co.uk

0 comments on “Il matematico inglese Thomas Harriot è la Prima Persona a Disegnare una Mappa della Luna guardando attraverso un telescopioAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.