Nel 1965 il cosmonauta Aleksej Leonov è la prima persona a camminare nello spazio

 

Nel 1965 il cosmonauta Aleksej Leonov è la prima persona a camminare nello spazio

Aleksey Arkhipovich Leonov, (nato il 30 maggio 1934, vicino a Kemerovo, Russia, Unione Sovietica), è il cosmonauta sovietico che esegue la prima passeggiata spaziale.

Dopo la scuola presto Kaliningrad, Leonov si unisce alla forza aerea Soviet nel 1953. Completa la sua formazione di volo nel 1957 e fa il pilota di caccia fino al 1959, quando viene selezionato per la formazione cosmonauta. Il 18 marzo 1965, Voskhod 2 viene lanciato nello spazio con Leonov e Pavel Belyayev a bordo. Durante la seconda orbita Leonov rimane fuori dalla nave spaziale per mezzo di un blocco d’aria mentre è a circa 177 km (110 miglia) sopra la Crimea. Tenendosi legato alla nave, Leonov compie osservazioni, scatta fotografie e svolge manovre in caduta libera per circa 10 minuti prima di rientrare in Voskhod 2 nella Siberia occidentale. La nave atterra dopo aver completato 17 orbite (26 ore) nello spazio.

Un decennio dopo, Leonov è il comandante del Soyuz 19 nave che si collega in orbita con la nave Apollo americana il 17 luglio 1975, per il primo volo spaziale sovietico-americano. Leonov si ritira come cosmonauta nel 1982, e dal 1982 al 1991 lavora presso il Centro di formazione per i cosmonauti Yury Gagarin a Star City, vicino a Mosca. Nel 2004 scrive un libro, “Two Sides of the Moon: La nostra storia della Cold War Space Race”, con l’astronauta americano David Scott.

Fotografia originale elaborata per la cover: immagine archiviata dal rapporto della FAI che certifica la prima passeggiata spaziale del cosmonauta russo Alexei Leonov il 18 marzo 1965. (FAI).
Fonte: www.collectspace.com

0 comments on “Nel 1965 il cosmonauta Aleksej Leonov è la prima persona a camminare nello spazioAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.