Il 24 maggio 1883 viene aperto ufficialmente uno dei simboli più riconoscibili di New York City, il ponte di Brooklyn

Il 24 maggio 1883 viene aperto ufficialmente uno dei simboli più riconoscibili di New York City, il ponte di Brooklyn

 

Il 24 maggio 1883 viene aperto ufficialmente uno dei simboli più riconoscibili di New York City, il ponte di Brooklyn

Il ponte di Brooklyn, inaugurato il 24 maggio 1883, collega per la prima volta New York City e Brooklyn, aiutando a far progredire i metodi di trasporto. Originariamente progettato per trasportare cavalli e carrozze, il ponte di Brooklyn è una meraviglia dell’ingegneria, il più grande ponte sospeso mai costruito che però viene più volte ristrutturato e ampliato dalla sua costruzione. Progettato da John A. Roebling, morto nel 1869 e il cui figlio assunse la costruzione del progetto, fu realizzato tra il 1870 (3 gennaio, inizio dei lavori) e il 1883 (24 maggio, completamento). La costruzione fu un processo lungo e difficile e un affare prolungato a causa di numerose controversie sul design relativamente nuovo del ponte e incidenti come morti accidentali e incendi dannosi.

I Roebling

La costruzione del ponte di Brooklyn, quindi, non sarebbe stata un successo senza John Roebling, un pioniere di origine tedesca nella progettazione di ponti sospesi in acciaio. Roebling era un progettista di successo della gola del Niagara alle cascate del Niagara e del ponte sul fiume Ohio (ora noto come ponte sospeso John A. Roebling), a Cincinnati, Ohio. A Roebling è infatti attribuito un importante passo avanti nella tecnologia dei ponti sospesi con la sua invenzione di una travatura reticolare aggiunta su entrambi i lati della carreggiata del ponte. Questa invenzione aggiungeva più stabilità ai ponti, mentre i ponti precedenti avrebbero ceduto in caso di forti venti o carichi pesanti. Avendo notato questi risultati, lo Stato di New York accettò il suo progetto per un ponte che collegasse Brooklyn e Manhattan, così Roebling fu nominato ingegnere capo.

Purtroppo, Roebling non sarebbe vissuto abbastanza da vedere la costruzione del suo ponte. Appena prima che la costruzione iniziasse nel 1869, Roebling, mentre era impegnato a prendere le letture della bussola attraverso l’East River, una barca gli fracassò le dita dei piedi. Morì tre settimane dopo di tetano. Suo figlio, Washington A. Roebling, subentrò come capo ingegnere, ma la morte di Roebling non sarebbe stata la prima del suo genere durante la costruzione del ponte di Brooklyn. Nel corso di 14 anni, 27 lavoratori sarebbero morti durante la costruzione dei cassoni in legno del ponte. Molti soffrirono di malattie, mentre altri morirono a causa di crolli e incendi. Tutti pensavano che il progetto del ponte non sarebbe mai stato completato.

Nonostante tutto, il ponte di Brooklyn fu finalmente aperto il 24 maggio 1883. Migliaia di residenti di Brooklyn e Manhattan parteciparono alla cerimonia di inaugurazione, presieduta dal presidente Chester A. Arthur e dal governatore di New York Grover Cleveland (lui stesso futuro presidente). Il ponte venne definito “l’ottava meraviglia del mondo”, migliorò i trasporti. Tuttavia, il nuovo collegamento tra le due città, New York e Brooklyn, attraverso l’East River, alla fine portò alla fusione delle stesse nel 1898. Il ponte di Brooklyn così cambiò per sempre New York City e oggi non la si può visitare senza guidare o attraversare lo storico ponte. Il ponte è spesso presente in riprese panoramiche in programmi televisivi e film ambientati a New York in quanto pezzo iconico dell’architettura americana.

L’immagine in cover è stata adattata, l’originale utilizzata si trova qui: www.onthisday.com

0 comments on “Il 24 maggio 1883 viene aperto ufficialmente uno dei simboli più riconoscibili di New York City, il ponte di BrooklynAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.