In questo giorno del 1848 NASCEVA colui che diventerà una Figura Importante nel Movimento Artistico Simbolista dei primi anni del 1900, Paul Gauguin

In questo giorno del 1848 NASCEVA colui che diventerà una Figura Importante nel Movimento Artistico Simbolista dei primi anni del 1900, Paul Gauguin

 
Io chiudo i miei occhi per poter vedere.
Paul Gauguin

In questo giorno del 1848 NASCEVA colui che diventerà una Figura Importante nel Movimento Artistico Simbolista dei primi anni del 1900, Paul Gauguin

Il famoso artista post-impressionista francese Paul Gauguin ha creato il suo stile pittorico unico, proprio come ha creato il suo percorso distintivo attraverso la vita, nonostante non avesse alcuna formazione artistica. Il suo uso di colori audaci, forme semplificate e linee decise, proporzioni esagerate del corpo e contrasti netti nei suoi dipinti lo distinguono dai suoi contemporanei, contribuendo a spianare la strada al movimento artistico del primitivismo. Gauguin ha seguito la propria visione, abbandonando sia la famiglia che le convenzioni artistiche, e cercava spesso ambienti esotici trascorrendo del tempo a Tahiti.

Paul Gauguin nasce a Parigi il 7 giugno 1848, ma la sua famiglia si trasferisce in Perù quando è ancora un bambino. Suo padre, giornalista, muore durante il viaggio in Sud America. Alla fine, tornando in Francia, Gauguin prende il mare nella marina mercantile francese per un certo periodo e poi lavora come agente di cambio. Nel 1873 sposa una donna danese di nome Mette Gad con la quale ha cinque figli. Gauguin inizia a dipingere nel tempo libero, ma presto si applica molto seriamente al suo hobby. Una delle sue opere è accettata al “Salon of 1876”, un’importante mostra d’arte a Parigi. Gauguin incontra l’artista Camille Pissarro in questo periodo e il suo lavoro attira l’interesse degli impressionisti. All’epoca gli impressionisti sono un gruppo di artisti rivoluzionari che sfidano metodi e soggetti tradizionali e vengono in gran parte respinti dall’establishment artistico francese. Gauguin viene invitato a esporre alla quarta mostra del gruppo nel 1879 e il suo lavoro appare tra le opere di Pissarro, Edgar Degas, Claude Monet e altri grandi artisti. Nel 1883 Gauguin smette di lavorare come agente di cambio per potersi dedicare completamente alla sua arte. Presto si separa anche dalla moglie e dai figli e alla fine si reca in Bretagna, in Francia. Nel 1888, Gauguin crea uno dei suoi dipinti più famosi, “Visione del sermone”, un’opera dai colori vivaci che mostra la storia biblica di Giacobbe in lotta con l’angelo. L’anno successivo, Gauguin dipinge “Il Cristo giallo”, un ritratto sorprendente della crocifissione di Gesù.

Gauguin è uno dei personaggi più colorati del mondo dell’arte che si riferisce a se stesso come un selvaggio e afferma di avere sangue Inca. Appassionato di alcol e baldoria, Gauguin alla fine contrae la sifilide. Essendo amico del collega artista Vincent van Gogh, nel 1888, trascorrono diverse settimane insieme a casa di Van Gogh ad Arles, che terminano a causa di un violento alterco. Nello stesso anno Gauguin produce l’ormai famoso dipinto a olio “Vision After the Sermon”. Nel 1891, Gauguin cerca di sfuggire alle costruzioni della società europea e pensa che Tahiti potrebbe offrirgli un certo tipo di libertà personale e creativa. Dopo essersi trasferito in tale città, Gauguin rimane deluso nello scoprire che le autorità coloniali francesi avevano occidentalizzato gran parte dell’isola, quindi sceglie di stabilirsi tra i popoli nativi e lontano dagli europei che vivono nella capitale. In questo periodo, Gauguin trae spunto dalla cultura nativa per creare opere nuove e innovative. In “La Orana Maria”, trasforma le figure cristiane della Vergine Maria e di Gesù in una madre e un bambino tahitiani. Gauguin realizza molte altre opere durante questo periodo, inclusa una scultura intagliata chiamata “Oviri” – una parola che deriva dalla parola tahitiana “selvaggio” – sebbene, secondo Gauguin, la figura femminile scolpita sia in realtà un ritratto di una dea. Noto per una predilezione per le giovani ragazze, Gauguin frequenta una tahitiana di 13 anni, che fa da modella per molti dei suoi dipinti.

Nel 1893, Gauguin torna in Francia per mostrare alcuni dei suoi pezzi tahitiani. La risposta alla sua opera d’arte è ambigua e non riesce a vendere molto. I critici e gli acquirenti d’arte non sanno cosa fare del suo stile primitivista. Nel giro di poco tempo, Gauguin torna nella Polinesia francese per continuare a dipingere finché non crea uno dei suoi capolavori: il dipinto su tela “Da dove veniamo? Cosa siamo? Dove andiamo?” che è la sua rappresentazione del ciclo di vita umano. Nel 1901 Gauguin si trasferisce nelle più remote Isole Marchesi. A questo punto, la sua salute sta peggiorando a causa di diversi attacchi di cuore e della sofferenza dovuta alla sifilide. Il 3 maggio 1903 Gauguin muore quasi povero da solo nella sua isola isolata. È solo dopo la sua morte che la sua arte inizia a ricevere grandi consensi, influenzando alla fine artisti del calibro di Pablo Picasso e Henri Matisse.

In cover: Paul Gauguin. L’immagine è stata adattata, l’originale si trova qui: commons.wikimedia.org

0 comments on “In questo giorno del 1848 NASCEVA colui che diventerà una Figura Importante nel Movimento Artistico Simbolista dei primi anni del 1900, Paul GauguinAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.