Neuro docet: “Ognuno è libero di speculare a suo gusto sul significato filosofico e allegorico del film. Io ho cercato di rappresentare un'esperienza visiva, che aggiri la comprensione per penetrare con il suo contenuto emotivo direttamente nell'inconscio.” Stanley Kubrick [Su 2001: Odissea nello spazio]

Stanley Kubrick nasceva oggi

 

Ognuno è libero di speculare a suo gusto
sul significato filosofico e allegorico del film.
Io ho cercato di rappresentare un’esperienza visiva,
che aggiri la comprensione per penetrare
con il suo contenuto emotivo
direttamente nell’inconscio.

Stanley Kubrick (su “2001: Odissea nello spazio”)

Oggi, nel 1928, nasceva a New York il grande regista, sceneggiatore e produttore cinematografico, direttore della fotografia, montatore, scenografo, creatore di effetti speciali, scrittore e fotografo statunitense (naturalizzato britannico) Stanley Kubrick, lo ricordiamo con questa sua affermazione riguardo una delle sue opere più conosciute.

Le sue opere sono considerate dal critico cinematografico Michel Ciment “tra i più importanti contributi alla cinematografia mondiale del ventesimo secolo”.

È conosciuto per aver affrontato con grande successo di critica e pubblico un ampio numero di generi cinematografici: il noir con Il bacio dell’assassino, il thriller con Rapina a mano armata, il peplum con Spartacus, la satira politica con Il dottor Stranamore, la commedia nera con Lolita, la fantascienza in 2001: Odissea nello spazio, la fantascienza sociologica in Arancia meccanica, il genere storico in Barry Lyndon, l’horror con Shining, il genere guerra con Paura e desiderio, Full Metal Jacket e Orizzonti di gloria, il dramma psicologico in Eyes Wide Shut, lasciando sempre il segno e ispirando le generazioni successive.

Ha diretto in totale tredici lungometraggi ed è stato candidato per tredici volte al Premio Oscar, vincendolo solo nel 1969 per gli effetti speciali di 2001: Odissea nello spazio. Nel 1997 gli è stato assegnato il Leone d’oro alla carriera al Festival del cinema di Venezia.

2001: Odissea nello spazio vede la luce dopo quattro anni di lavorazione e una spesa di 10 milioni di dollari, 6 milioni e mezzo solo per gli effetti speciali. Il film, oltre a essere uno dei picchi più alti raggiunti dalla cinematografia mondiale, è una profonda riflessione filosofica sulla natura dell’uomo, sulla sua evoluzione e sul suo futuro in rapporto con l’universo. Il film riceve svariate nomination agli Oscar, ma vince solo quello per gli effetti speciali. Numerosissime le scene da antologia, dalla più ampia ellissi della storia del cinema con l’osso della scimmia che lanciato in alto diventa l’astronave oblunga che “danza” sulle note di Sul bel Danubio blu di Johann Strauss, alla sequenza delle stelle, fino all’enigmatico finale con l’embrione che, dallo spazio, concede uno sguardo in macchina che buca lo schermo cinematografico fino allo spettatore.

Fonte: Wikipedia

0 comments on “Stanley Kubrick nasceva oggiAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.