Dipinto funerario di un uomo di colore a Bahia affiancato dalla scritta "OGGI nel 1835, avvenne la Grande Rivolta di Malê, una ribellione di schiavi musulmani neri a Salvador da Bahia, in Brasile"

OGGI nel 1835, avvenne la Grande Rivolta di Malê, una ribellione di schiavi musulmani neri a Salvador da Bahia, in Brasile

 

OGGI nel 1835, avvenne la Grande Rivolta di Malê, una ribellione di schiavi musulmani neri a Salvador da Bahia, in Brasile

La rivolta di Malê fu una rivolta di schiavi a Salvador, Bahia, organizzata dai musulmani, noti come Malês, durante gli ultimi dieci giorni del Ramadan nel gennaio del 1835. I ribelli catturati indossavano abiti musulmani, compresi copricapi e lunghe tuniche bianche, e trasportavano fagioli della preghiera così come amuleti coranici sui loro corpi per protezione. La rivolta fu organizzata principalmente da Hausa e Nagô (Yoruba), cui parteciparono non solo musulmani, ma africani non musulmani di varia provenienza, circa 600. La rivolta prese di mira i bianchi, ma anche i mulatti e i brasiliani neri nativi, vale a dire coloro che non appartenevano alla popolazione schiava e che erano visti come parte della società schiavista. Provenendo da società africane detentrici di schiavi, Malês espresse il desiderio di capovolgere lo status quo brasiliano e schiavizzare i mulatti, sebbene i loro obiettivi finali contro le forze di sicurezza brasiliane ben armate fossero poco chiari.

La rivolta del 1835 ebbe luogo durante un periodo caotico di frequenti rivolte (compresa la rivolta degli schiavi), recessione economica, aumento della povertà, ribellione militare e federalista e forte sentimento anticoloniale. Era anche un’epoca in cui la popolazione di Bahia era per lo più di origine africana, libera o schiava, che costituiva il gradino più basso della società. Numerose altre rivolte avevano avuto luogo nei tre decenni precedenti, ma l’evento del 1835 fu di gran lunga il più grande e significativo. Fu anche un periodo di conversione islamica tra gli schiavi africani liberi di Bahia, che erano ricettivi ai messaggi coranici che simpatizzavano con i popoli emarginati e che in gran parte rispettavano e ammiravano i Malês. A seguito della rivolta del 1835, le forze di sicurezza a Bahia e altrove sequestrarono qualsiasi oggetto associato all’Islam.

Le pressioni e le paure sociali associate alle rivolte degli schiavi, di cui la rivolta di Malê fu la più grande nelle Americhe, furono un fattore che contribuì alla cessazione legale dell’importazione di schiavi dall’Africa nel 1850 e, infine, all’abolizione della schiavitù nel 1888 in Brasile.

L’immagine in cover è stata modificata, l’originale utilizzata si trova qui: www.terra.com.br Dipinto funerario di un uomo di colore a Bahia; Foto: Rugendas (1822-1825) / BBC News Brasile

0 comments on “OGGI nel 1835, avvenne la Grande Rivolta di Malê, una ribellione di schiavi musulmani neri a Salvador da Bahia, in BrasileAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.