Per NON DIMENTICARE Milioni di Persone che OGGI Marciarono Contro la Guerra del Vietnam fuori dalla Casa Bianca

Per NON DIMENTICARE Milioni di Persone che OGGI Marciarono Contro la Guerra del Vietnam fuori dalla Casa Bianca

 

Per NON DIMENTICARE Milioni di Persone che OGGI Marciarono Contro la Guerra del Vietnam fuori dalla Casa Bianca

Il 15 novembre 1969, il Comitato per la moratoria del Vietnam organizzò quella che si ritiene essere la più grande protesta contro la guerra nella storia degli Stati Uniti. Fu la più grande manifestazione mai avvenuta nella storia degli Stati Uniti in quel momento, con una stima di 2 milioni di partecipanti in tutto il paese. Le proteste furono per lo più pacifiche, i manifestanti indossavano bracciali neri come segno sia della loro opposizione alla guerra sia anche per commemorare i 45.000 soldati statunitensi uccisi finora nel conflitto. Le proteste erano entrate nella capitale Washington DC, dove 500.000 manifestanti si erano radunati per chiedere al presidente Richard Nixon di porre fine alla guerra. La giornata fu significativa per la partecipazione della classe media e dei manifestanti di mezza età, un’indicazione di quanto impopolare fosse diventata la guerra in America. La manifestazione fu caratterizzata da discorsi di politici contro la guerra, tra cui quello di Eugene McCarthy, George McGovern e Charles Goodell, l’unico repubblicano a prendere parte. Comprendeva anche esibizioni musicali di Peter, Paul e Mary, Arlo Guthrie e Pete Seeger, che avevano guidato la folla nel canto di “Give Peace a Chance” di John Lennon.

Il New York Times descrisse la folla come “prevalentemente giovanile” e “raduno di massa della sinistra moderata e radicale… liberali vecchio stile; Comunisti e pacifisti e una spolverata di violenta Nuova Sinistra”. Sebbene una piccola parte della folla avesse iniziato a protestare violentemente verso la fine della manifestazione, la giornata fu principalmente pacifica; “L’evento predominante della giornata fu quello di un grande e pacifico esercito di dissenso che si muoveva per la città”, riferì il Times. Ciò era in contrasto con molte delle violente proteste contro la guerra degli anni precedenti, come la rivolta alla Convenzione Democratica del 1968. Il presidente Richard M. Nixon aveva promesso nella sua campagna del 1968 di iniziare un ritiro delle truppe, ma 10 mesi dopo il suo insediamento non aveva ancora preso provvedimenti. Lo stesso presidente rimase indifferente alla manifestazione, affermando in seguito di aver guardato lo sport in televisione alla Casa Bianca mentre accadeva. Il movimento contro la guerra ha continuato a ottenere sostegno nel 1970, in particolare dopo l’invasione della Cambogia e l’uccisione di quattro manifestanti contro la guerra alla Kent State University. Il sentimento contro la guerra ha continuato a crescere e gli Stati Uniti hanno concluso il loro coinvolgimento ufficiale nella guerra nel 1973.

L’immagine in cover è stata modificata, l’originale utilizzata si trova qui: www.onthisday.com

0 comments on “Per NON DIMENTICARE Milioni di Persone che OGGI Marciarono Contro la Guerra del Vietnam fuori dalla Casa BiancaAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.